Curriculum


Sono nata il 6.11.1956 a Milano, dove vivo e lavoro. La mia professione è quella di medico e di psicoterapeuta, specializzata in neuropsichiatria infantile e diplomata come psicodrammatista analitico junghiana. Sono un’insegnante e mi occupo della personalizzazione dei percorsi e della valorizzazione delle competenze individuali dei counselor.
Provengo da una formazione molteplice. Ho scelto di toccare diversi tipi di esperienza nell’ambito della psicoterapia e dell’approccio medico e curativo alla persona, poiché ritengo che, nel campo della relazione, una certa versatilità sia utile: disporre di strumenti diversi consente di non fossilizzare il processo di conoscenza e autoconoscenza.

Ho lavorato presso l’Università di Milano nel campo di ricerca della neurofisiologia clinica. Ho realizzato la stesura di lavori scientifici per riviste peer-review internazionali durante l’iter universitario e specialistico, di cui i più rilevanti si trovano in Electroenceph. Cl. Neurophys., 1988; 71:357-366 e Early Human Dev., 1991; 27:145-156. Altre nove pubblicazioni negli anni compresi tra il 1982 e il 1986. Mi sono specializzata con la tesi Rottura dei legami di attaccamento come evento psicopatogeno.

La realizzazione come neuropsichiatra infantile non ha seguito una strada biologico-farmacologica o cognitivista, poiché sono sempre stata più interessata alla natura dell’essere umano e alla comprensione delle relazioni fra individui e con l’inconscio. Psicoterapia classica e moderna si susseguono tuttora nella mia formazione continua: S. Freud, M. Klein, D. Stern e soprattutto, nel presente, gli sviluppi della teoria dell’attaccamento di J. Bowlby e D. Wallin e le espansioni e applicazioni del pensiero di C.G. Jung, a cui si richiama la parte sostanziale della mia formazione.

Nel passato:
Seminari su simbologia e interpretazione archetipica dei sogni, condotti dal dottor Dieter Baumann
; percorso di rilettura della Divina Commedia, percorso di riflessione sulla Bhagavad Gita, percorso di conoscenza sul metodo della Sand Play Therapy con la dottoressa Adriana Mazzarella; studi sull’intersoggettività con la dottoressa Silvia Montefoschi.

In tempi più attuali:      
Training come Conduttore di psicodramma analitico secondo i fondamenti della Psicologia di C.G. Jung presso la GAJAP (Group Analythical Association for Research on Jungian Psychology and Psychodrama), secondo i minimum training standard stabiliti dalla FEPTO, concluso nel 2015. Diplomata con tesi dal titolo Sistemi non lineari e psicodramma.
GAJAP è affiliata allo IAGP. La dottoressa Wilma Scategni rappresenta il mio riferimento formativo.
 

WIlma Scategni

Master di primo livello in Psicotraumatologia (ARP, Milano). Obiettivo: formazione nella diagnosi e cura del PTSD in quadri traumatici complessi, aggiornamento sulle tematiche dell’abuso in età evolutiva.

Master di primo livello in Psicomotricità integrata (Kyron, Milano). Obiettivo: aggiornamento sulle tecniche di lavoro a mediazione corporea e sulle teorie dell’attaccamento.

Training come Esperta in Tecniche diagnostiche di approccio verbale e corporeo, individuale e di gruppo - Integrazione Somato-Emozionale di Delia Cazeaux, metodo complesso di body-work volto allo studio delle strategie fisiche e delle loro derivazioni psicodinamiche specifiche, oltre che al decondizionamento neurologico delle posture. Il metodo è stato in parte pubblicato, in modo divulgativo, in: Cantaroni-Cazeaux – Nessuno è perfetto – Ed. Sperling e Kupfer, 2003. Questa formazione ha offerto l’approfondimento di tecniche di Rolfing, tecniche gestaltiche di drammatizzazione e amplificazione dei sogni, uso terapeutico del processo secondario, training sull’esperienza psichica della morte e lavoro specifico di aiuto per le persone che stanno morendo e per i loro familiari.

"Nessuno è perfetto"


Training terapeutico personale a indirizzo junghiano assolto nel 1994 con un’allieva diretta di Arnold Mindell. Il training mi ha introdotta alla profonda connessione tra il corpo, il sogno e la cosiddetta realtà.

Esperienza nel campo del maltrattamento e dell’abuso all’infanzia, consulente di raccordo con la Walt Disney Company Italia per l’Associazione “Il Telefono Azzurro” in qualità di coordinatrice di un lavoro di informazione sull’educazione e sull’ascolto delle tematiche dei bambini e di creazione di una cultura dell’infanzia (1988-1991).

Training in Infant Observation, tecnica sviluppata presso la Tavistock Clinic di Londra e trasmessa, nel mio caso, dalla dottoressa Ida Finzi, psicologa dirigente SIMEE.

Training in role-playing presso il gruppo “Psicoterapia Critica” di Enzo Morpurgo e Valeria Egidi. “Psicoterapia Critica” fu un gruppo storico di rottura degli schemi psicoanalitici, attivo a Milano dal 1976: “Per lui non è tanto importante rivalutare la follia, quanto liberare la coscienza infelice, portatrice di un potenziale critico e trasformativo, implicito nel malessere sociale” (S. Vegetti Finzi). È con la scuola di Morpurgo e dei suoi collaboratori stretti che ebbe inizio il mio ingresso nel mondo psicanalitico (1987), e che si delineò la predisposizione, come medico e come psicoterapeuta, a non adagiarmi nella consuetudine delle prassi, ma a cercare incessantemente nuovi varchi e nuove prospettive di cura.

***

 Sperimento da molti anni l’efficacia dell’Omeopatia come facilitatore del processo terapeutico – tra le diverse scuole preferisco quella unicista. Lavoro da lungo tempo in collaborazione con colleghi omeopati, affrontando insieme casi molto complessi, sia di bambini che di adulti. Dell’Omeopatia ho imparato, in piccola ma significativa parte e con formazione continua, a riconoscerne il funzionamento: il peculiare modo che questa Medicina esprime per inquadrare la persona spesso mi aiuta a focalizzare il vero problema psichico.



Competenze lavorative.


Sono esperta nella psicoterapia individuale dell’adulto. Conduco colloqui individuali e possiedo esperienza pratica nelle valutazioni di coppia e genitori-figli. Mi occupo della definizione del profilo psicologico della persona, della valutazione dell’adattamento, del riconoscimento e valutazione della sindrome da stress post traumatico, delle correlazioni psicosomatiche, dell’eventuale valutazione testistica (di tipo psicodinamico e non tecnica).
Aiuto le persone a stabilire gli obiettivi da raggiungere, rinforzo gli aspetti positivi e valorizzo le risorse personali.
Accompagno nell’individuazione di una strada personale di autenticità, usando l’analisi del sogno e dell’inconscio.Propongo una revisione delle relazioni affettive, lavorative, sociali, come pure l’individuazione di nodi psicogenealogici non risolti e dei lutti e dei segreti nascosti nelle famiglie. Posso accompagnare le persone nelle riflessioni spirituali.Ho sviluppato competenze nell’accompagnamento al lutto, nell’accompagnamento in malattie croniche gravi o terminali e nel supporto ai caregiver.
Sono specializzata nella terapia dei bambini da 5 a 14 anni, in tecniche di gioco e di arte. Sono esperta nel rapporto mamma-bambino e nella valorizzazione della figura del padre.

Lavoro con i sogni, i miti, le fiabe. L’incontro con tecniche di sviluppo del potenziale creativo onirico mi ha consentito di organizzare alcuni gruppi di lavoro non interpretativo, di taglio artistico, finalizzati all’esplorazione e all’amplificazione delle varie parti dei sogni stessi, al loro utilizzo con finalità creative, all’approfondimento della loro somiglianza con i miti e le fiabe e a esercitare il modo di utilizzarne il messaggio tramite lo studio e l’applicazione di antichi modelli culturali antropologici.

Conduco con autentica passione gruppi di psicodramma junghiano. Trovo questa esperienza profonda e completa e trovo questa tecnica più dinamica rispetto all’approccio classico moreniano.
Ho inoltre un certo interesse per la Social Dreaming Matrix. In tale campo ho pubblicato due contributi: Il sogno dell’onda, Anamorphosis nr. 3, Ananke Ed., Torino, 2005; Social Dreaming Matrix: sogno sociale e scontro sociale, Anamorphosis nr. 4, Ananke Ed., Torino, 2006.


Sono docente in una scuola di Counseling Familiare. Ho sviluppato competenze formative utili ai counselor e conduco corsi di approfondimento e aggiornamento professionale di taglio pratico e approfondito, artistico e culturale. Sono profondamente convinta che un percorso personale articolato, dentro e fuori la scuola di counseling, garantisca la miglior gestione della professionalità del counselor. Il counselor che conosce se stesso e ama rapportarsi al suo mondo interno con autenticità, sviluppa la sua capacità di manifestarsi con attenzione verso ogni singolo essere.

Supervisiono il lavoro psicoterapeutico ed educativo; supervisione di gruppo e individuale. Sono stata per molti anni supervisore di gruppo per educatori in un centro per ragazzi con grave handicap psichico (Cooperativa Centro Stella Polare onlus), e ho lavorato per alcuni anni in un CSE. Svolgo sessioni di supervisione individuale per counselor e psicologi e per colleghi coinvolti in CTU o perizie di parte.

Lavoro con coppie in crisi con un collega psicologo analista. Insieme inquadriamo con particolare attenzione e interesse, oltre alle varie dinamiche di relazione, il ruolo del padre all’interno delle famiglie, il suo spazio di gestione dei rapporti e i termini della crisi di tale ruolo, così sentita nell’attuale cultura.

Sono stata perito di parte per il Tribunale ordinario di Milano in separazioni di nuclei familiari, in campo civile, e su maltrattamento infantile, in casi penali.
 

Nell’ambito della ricerca clinica, ho presentato un lavoro teorico sperimentale innovativo al 17th International Congress on Psychotherapy and Group Processes – Groups in a time of conflict dell’International Association for Group Psychotherapy and Group Processes (IAGP). Il lavoro è stato presentato all’interno dell’On-going Symposium della dottoressa M. Gabriella Nicotra, psicologa dirigente e Giudice onorario del Tribunale minorenni di Catania. Anoressia e danza: approccio archetipico alla malattia è il prodotto di uno studio approfondito degli archetipi maschili legati alla mitologia greca.

Nell’ambito della ricerca psicologica sperimentale, mi dedico allo studio delle tradizioni etrusche relative alla Madre Terra, nell’ambito di un progetto più largo di recupero delle radici storiche della mitologia e simbologia italiana. Il lavoro ha come obiettivo il risveglio dei significati profondi dei simboli etruschi e la loro applicazione pratica nei momenti di passaggio della vita delle persone. Il lavoro comprende l’esplorazione del territorio etrusco, all’interno del quale, con David De Carolis e altri studiosi, tracciamo percorsi adatti al ritrovamento della Dea, archetipo preposto alla vita, alla morte, alla trasformazione in generale.

Sono da moltissimo tempo un ricercatore nel campo delle esperienze straordinarie. Co-autore in: Gagliardi G., Garzia P., D’Ambrosio G., Margnelli M., Fattori G. – Poltergeist: l’esplosione del distress infantile. In: Atti del Convegno Nazionale Stress e infanzia, Torino, 30-31 marzo-1 aprile 1990, Edizioni Proing, pag. 429-442. Lavoro scientifico pubblicato e presentato al World Congress of the International Society of Hypnosis Monaco 2000: Alcune raccomandazioni sull’impiego dell’ipnosi con soggetti che riferiscono esperienze del genere Incontri Ravvicinati del Quarto Tipo (in collaborazione con il dottor Mario Cigada, Germania, ottobre 2000).        

Interessi personali. 


Evolutività ulteriore dell’essere umano. Ricerca avanzata in Medicina spirituale.
Ho un interesse spiccato per le applicazioni della fisica quantistica alla psicologia, con studio personale e clinico della memoria globale e del vissuto corporeo come memoria legata alla dimensione del tempo.
Frequento dal 2008 una scuola di Raja Yoga, i cui insegnamenti derivano, quali fonti dirette e indirette, da Gérard Blitz, Vimala Thakar, Jiddu Krishnamurti, Sri Krishnamacharya, Jean Klein e M. Madeleine Davy.

 Informare nel campo della nutrizione. 


Pur non essendo più il mio lavoro principale, non ho mai abbandonato lo studio di questo settore, perché lo ritengo un aspetto fondamentale, oltre che della medicina curativa, della medicina preventiva su cui dovrebbe basarsi anche il nostro Sistema Sanitario dai tempi della Riforma del 1978.
Ho conseguito un diploma di maturità come dietista. Mi sono occupata di dietologia personalizzata in casi di sovrappeso, obesità, dislipidemie, calcolosi renale, disturbi funzionali dell’apparato digerente, patologie metaboliche, disturbi epatici, donne in gravidanza e allattamento, secondo i parametri della letteratura scientifica.
Mi occupo di cucina e ho lavorato alla stesura di ricette modificate e di piani alimentari per un sito internet dedicato a chi soffre di patologie particolari, www.artusiegaleno.it (sito ora inattivo). Il mio blog per questa materia: http://psychofood.blogspot.it/

Mi sono occupata della parte di educazione alimentare del periodico IF Informa della casa editrice Elsevier, nell’ambito del progetto schede-pazienti.

Editoria. 

Blogger: A Room of One’s Own 



Editing, insieme alla dott. Maria Gabriella Nicotra, del libro Il lavoro clinico con gli adolescenti. Prevenzione, cura, conflitti e trasformazioni nelle istituzioni e nei contesti di vita, FrancoAngeli, Milano 2010. Oltre all’editing dei singoli contributi, mantenevo il rapporto con gli autori e ho curato la correzione bozze e l’attività promozionale.
All’interno del libro si trova il lavoro che ho portato al 17° Congresso IAGP, Anoressia e danza: approccio archetipico alla malattia.

Co-Autrice di Alessandra De Vizzi per il libro Mamma single con orgoglio, Sperling & Kupfer Ed., 2005.           

Collaborazione, in qualità di medico, con la Casa editrice EDRA-LSWR (ex Elsevier, ex Masson) (dal 2007 ad oggi).

Coordinamento redazionale di una Rivista italiana di psicanalisi (Anamorphosis, editore Ananke, Torino) (dal 2006 ad oggi), diretta da Wilma Scategni e da Stefano Cavalitto. Scrittura di articoli specifici sull’infanzia, il rapporto con i genitori, l’importanza del padre, le separazioni familiari, l’intercultura, l’abuso, psicologia giuridica. La rivista è rivolta a psicanalisti individuali e di gruppo e a tutti gli operatori del settore della relazione d’aiuto. Mantengo inoltre i contatti con gli autori e mi occupo dell’editing e della correzione bozze.

Redattore di un portale di danza classica e contemporanea, dal 2005 al 2010. Ho curato articoli di costume e di Medicina della Danza.




Collaborazione con la redazione periodici di “The Walt Disney Company Italia” (1990-1994): ampio lavoro di redazione, scrittura di diverse sceneggiature per storie dirette ai bambini di 18 mesi/3 anni, seguendo la corrispondenza di almeno quattromila bambini e lettura di almeno tremila loro disegni, restituiti interpretati ai piccoli autori. Tale esperienza mi ha consentito di affinare le capacità di comunicazione con bambini dai 3 ai 12 anni e di prendere vivo contatto sia con il mondo fantastico che con il mondo reale di bambini senza patologia psichiatrica.

Nessun commento:

Posta un commento